Afra Bianchin Scarpa

Designer Italia / Italy

7
Afra Bianchin Scarpa 7
Afra Bianchin Scarpa
Nata nel 1937 a Montebelluna, si era laureata in Architettura a Venezia, dove conobbe il suo compagno di vita e di lavoro, Tobia Scarpa, architetto e designer, figlio di Carlo Scarpa.
Tra i numerosi oggetti d'arredamento firmati dai due designer la sedia 925 (Cassina, 1966), il divano Coronado (B&B, 1966), il sistema di poltrone-divani Soriana (Cassina, 1968, Compasso d'Oro 1970) e, tra le lampade, Papillona (Flos, 1977) e Butterfly.
Tra i committenti di Afra Bianchin Scarpa il gruppo Benetton, per il quale progettò tra l'altro la prima fabbrica nel 1964 e l'immagine di numerosi punti di vendita. Progettò tra gli altri anche per Unifor, Meritalia e SanLorenzo, per cui, negli anni Novanta, disegnò gioielli e oggetti domestici in metallo .
Afra Bianchin Scarpa
Afra Bianchin Scarpa

Nata nel 1937 a Montebelluna, si era laureata in Architettura a Venezia, dove conobbe il suo compagno di vita e di lavoro, Tobia Scarpa, architetto e designer, figlio di Carlo Scarpa. Tra i numerosi oggetti d'arredamento firmati dai due designer la sedia 925 (Cassina, 1966), il divano Coronado (B&B, 1966), il sistema di poltrone-divani Soriana (Cassina, 1968, Compasso d'Oro 1970) e, tra le lampade, Papillona (Flos, 1977) e Butterfly. Tra i committenti di Afra Bianchin Scarpa il gruppo Benetton, per il quale progettò tra l'altro la prima fabbrica nel 1964 e l'immagine di numerosi punti di vendita. Progettò tra gli altri anche per Unifor, Meritalia e SanLorenzo, per cui, negli anni Novanta, disegnò gioielli e oggetti domestici in metallo .