Tensegrity

Dialoghi di Trani 2013 - spazi urbani aperti a giovani architetti Trani / Italy / 2013

0
0 Love 568 Visits Published
Tra le “città invisibili” di Italo Calvino, c’è la città sottile, Ottavia. Essa è sospesa sul vuoto tra due montagne scoscese, legata alle creste solo con funi, catene, passerelle. Si cammina su traversine di legno, badando a non precipitare nel burrone sottostante, aggrappati a maglie di canapa; al di sotto di quelle traversine non c’è altro che vuoto per centinaia e centinaia di metri. Nonostante ad Ottavia la vita sia fisicamente sospesa su un abisso, Calvino la ritiene meno incerta che in altre città, poiché i suoi abitanti sono consapevoli che la rete che li sostiene più di tanto non può reggere: essi infatti sperimentano concretamente la precarietà e si confrontano quotidianamente con i limiti del sistema che sostiene le loro vite. La rete di corde, metafora che richiama temi come la leggerezza e la sospensione, rappresenta più di tutto la fragilità come condizione universale della vita umana, fondamenta delle nostre esistenze. Spesso, nelle nostre solide città, viviamo con l’illusione di possedere certezze invulnerabili, delle quali arriviamo a percepire i limiti solo quando di colpo tutto sembra crollarci addosso. Tensegrity, come Ottavia, è una struttura composta di elementi discreti e continui che si auto-sostiene per effetto di uno stato di tensione presente nel sistema; metaforicamente rappresenta che la resistenza e la forza dell'insieme sono date dalla reciproca unità di parti singolarmente instabili. Ma è anche un invito a riflettere sui limiti delle nostre città, nostra proiezione sul territorio, teatro in cui quotidianamente va in scena la nostra vita.
0 users love this project
Comments
    comment
    Enlarge image

    Tra le “città invisibili” di Italo Calvino, c’è la città sottile, Ottavia. Essa è sospesa sul vuoto tra due montagne scoscese, legata alle creste solo con funi, catene, passerelle. Si cammina su traversine di legno, badando a non precipitare nel burrone sottostante, aggrappati a maglie di canapa; al di sotto di quelle traversine non c’è altro che vuoto per centinaia e centinaia di metri. Nonostante ad Ottavia la vita sia fisicamente sospesa su un abisso, Calvino la ritiene meno incerta che in...

    Project details
    • Year 2013
    • Work started in 2013
    • Work finished in 2013
    • Status Temporary works
    • Type Urban Furniture