Case di Luce - Rigenerazione urbana sostenibile

Complesso residenziale Zero Energy Bisceglie / Italy / 2016

24
24 Love 7,569 Visits Published
Genesi del progetto e obiettivi generali
L’intervento di rigenerazione urbana sostenibile in Bisceglie, comune costiero della Puglia, prevede la riqualificazione di un'area a ridosso della ferrovia che oggi, pur essendo parzialmente urbanizzata, versa in uno stato di notevole degrado aggravato sia dalla presenza di un vecchio opificio con copertura in amianto, ormai dismesso, che di un'area depressa ad esso attigua la quale, pur se destinata a giardini pubblici dal P.R.G., si caratterizza come un “vuoto urbano” in generale stato di abbandono.
Il piano di rigenerazione proposto su iniziativa privata, così come previsto nella L.R. n.21/2008 Norme per la rigenerazione urbana, prevede sia la sostituzione edilizia di questi insediamenti produttivi dismessi con tre nuovi edifici sostenibili a standard passivo aventi tipologia mista, residenziale e commerciale, ricadenti nell'ambito dell'edilizia bioclimatica ed ecosostenibile (in ottemperanza alla L.R. n.13/2008 Norme per l'abitare sostenibile), che la riqualificazione dell'area destinata a giardini pubblici da attuarsi attraverso la realizzazione di un eco-parco attrezzato, vera e propria “infrastruttura ecologica”, che con le sue percorrenze, servizi ed aree verdi genera un sistema ibrido-integrato dello spazio pubblico e privato.
Obiettivo finale è la costruzione di un brano di città che costituisca un nuovo modello urbano capace di rigenerare l’intero quartiere con il quale il progetto si confronta dando, al contempo, risposte concrete sul tema della residenza passiva.

Progettazione e processi partecipativi
La rigenerazione dell’area di intervento dunque è stata attuata attraverso una sperimentazione progettuale di tipo “ integrato”. La volontà dei privati proponenti infatti, si contraddistingue per la voglia di integrare il piano di intervento su suolo privato con la contigua maglia destinata a giardini pubblici, prevedendone la realizzazione di un eco-parco attrezzato pubblico al fine di fornire alla collettività la giusta dotazione di servizi e riorganizzare l’assetto urbanistico dell’intero quartiere secondo le indicazioni progettuali preventivamente condivise con l’Amministrazione Comunale ed esplicitate nel relativo e specifico project financing. Così facendo l’Amministrazione Comunale diviene parte attiva del programma di rigenerazione urbana intervenendo economicamente, seppur in modo limitato, apportando al project financing la somma degli oneri di urbanizzazione primaria e secondaria, il costo di costruzione, la monetizzazione delle aree a standards, la somma dovuta dai privati per la realizzazione delle residenze. Tali opere, una volta ultimate, saranno comunque cedute e definitivamente acquisite al patrimonio indisponibile del Comune. Il punto di equilibrio dell’operazione economica viene invece raggiunto mediante la concessione del diritto di gestione delle attrezzature pubbliche alla parte privata.

Punti di forza
L’intervento progettato, in quanto risultato di una pregnante operazione di bonifica ambientale con contestuale demolizione e ricostruzione di un edificato fatiscente e in dismissione, ha consentito di evitare sia il consumo di nuovo territorio che la realizzazione di nuove infrastrutture inserendosi in un contesto già urbanizzato. Inoltre attente valutazioni di natura bio-climatica del sito, al fine di valorizzare al massimo sia gli apporti passivi solari che quello dei venti prevalenti nella zona, hanno permesso di raggiungere sia un’alta efficienza energetica degli edifici, tale da poterli definire a “zero energy”, oltre che un basso impatto ambientale per la produzione e l’immissione di CO2 contribuendo così in modo concreto al contenimento ed alla riduzione in atmosfera di gas climalteranti. Tutto ciò è stato reso possibile grazie ai bassi consumi ed alle ridotte potenze termiche, sia estive che invernali, necessarie all’edificato in quanto tutte le sue componenti edilizie, oltre ad essere a KM zero, sono state valutate secondo i valori imposti dalla normativa Dlgs 311/2006 ed i parametri di benessere termo-acustico ed igrometrico dettati dalla fisica edile. Infine, l’impiego di tecniche costruttive innovative, caratterizzate appunto dalla accurata scelta dei componenti, velocizzeranno i tempi costruttivi, limitando l’impiego energetico nelle fasi di cantiere oltre a garantire che l’energia incorporata negli edifici sia minimizzata in caso di futuro smantellamento e riciclaggio.

Criticità
L’intervento dell’eco-parco attrezzato sarà realizzato attraverso project financing nel quale, in base alla convenzione stipulata , i privati rivestono il ruolo di proponente. La concertazione tra la parte pubblica e quella privata assume una grande importanza in quanto la sostenibilità economica del progetto può rappresentare essa stessa una criticità dello stesso. Infatti, nel caso in cui la concertazione tra le parti non fosse in grado di raggiungere il giusto equilibrio tra destinazioni pubbliche e funzioni economicamente credibili, il pubblico appalto potrebbe risultare privo di partecipanti e pertanto penalizzare l’intero programma di rigenerazione. In tal senso anche la riduzione dell’apporto pubblico dell’Amministrazione Comunale, a seguito degli incentivi economici relativi all’applicazione della L.R. n.13/2008 Norme per l'abitare sostenibile, rappresenterebbe un’altra criticità applicativa del Programma.
24 users love this project
Comments
View previous comments
    comment
    Enlarge image

    Genesi del progetto e obiettivi generali L’intervento di rigenerazione urbana sostenibile in Bisceglie, comune costiero della Puglia, prevede la riqualificazione di un'area a ridosso della ferrovia che oggi, pur essendo parzialmente urbanizzata, versa in uno stato di notevole degrado aggravato sia dalla presenza di un vecchio opificio con copertura in amianto, ormai dismesso, che di un'area depressa ad esso attigua la quale, pur se destinata a giardini pubblici dal P.R.G., si caratterizza...

    Project details
    • Year 2016
    • Work started in 2011
    • Work finished in 2016
    • Main structure Mixed structure
    • Client Pedone Working s.r.l.
    • Contractor Pedone Working s.r.l.
    • Status Completed works
    • Type Parks, Public Gardens / Public Squares / Neighbourhoods/settlements/residential parcelling / Multi-family residence
    Lovers 24 users