Polo congressuale di Riva del Garda

Progetto vincitore del concorso di 'Riqualificazione ed ampliamento del polo congressuale nel Comune di Riva del Garda' Riva del Garda / Italy / 2007

9
9 Love 4,221 Visits Published
Progetto Architettonico:
piuarch in collaborazione con Andrea Palaia

Team: Francesco Fresa, German Fuenmayor, Gino Garbellini, Monica Tricario

Con: Aizawa Yusuke, Momoko Asano, Balouka Ilan, Chiriki Maiko, Mollo Gianni, Oishi Hirotaka, Andrea Palaia, Sabrina Pesendorfer, Enrico Venturini.

Progetto strutture: Fv Progetti, Milano

Progetto Impianti: Flu.project, Perugia

Una nuova “finestra” per la città affacciata sul lago: un’architettura a metà tra terra e cielo, che trova negli elementi naturali tipici del paesaggio locale, l’acqua del lago, il legno degli alberi e la pietra delle Dolomiti, i suoi elementi fondativi.

Una proposta progettuale semplice ma ammaliante al tempo stesso: un edificio lineare e armonioso caratterizzato da una testa interamente vetrata e da una coda che si sviluppa in altezza, pensata per racchiudere la torre scenica del teatro.
Un corpo sinuoso che crea nel contesto spazi urbani, come la piazza, che accoglie il visitatore che proviene dal centro storico della città. La grande hall interna dell’edificio si apre sul lago attraverso una grande vetrata.

Gli spazi interni ruotano attorno a due sale principali: il teatro, che ospita 600 posti, e la sala congressi, che può invece accogliere 1200 persone. Due corpi distinti, che vengono rivestiti in legno per contraddistinguersi dalle altre destinazioni funzionali, riconoscibili dalla piazza attraverso la pelle vetrata.
Dall’interno del volume infatti la percezione dell’ambiente esterno si modifica grazie al trattamento differenziato delle facciate: ampie vetrate disposte intorno alla piazza e verso il lago si contrappongono a superfici piene rivestite in pietra. Si ricavano cosi spazi luminosi di circolazione e si ottiene un corpo che, pur essendo tipologicamente diverso e autonomo nella forma, si incastra in modo organico nel volume esistente.
Il fronte continuo, di altezza variabile, diventa copertura dell’edificio, e viene tagliato da piani inclinati assumendo una forma tridimensionale più fluida, con il risultato di aggiungere alla piazza uno spazio di copertura panoramico, che può diventare luogo per manifestazioni ed eventi.

piuarch propone così uno stile contemporaneo, semplice ma d’effetto, in sinergia con la natura che lo circonda e da cui trae ispirazione. Un edificio polifunzionale pensato non solo per il suo reale utilizzo, l’esposizione, ma anche per eventi pubblici che favoriscono lo svilupparsi del turismo sulle rive del Lago di Garda.
Un’architettura in delicato contrasto con gli edifici circostanti, che afferma la propria riconoscibilità e identità. Il tutto pensato per ricreare una nuova armonia tra vecchio e nuovo.
9 users love this project
Comments
View previous comments
    comment
    Enlarge image

    Progetto Architettonico: piuarch in collaborazione con Andrea PalaiaTeam: Francesco Fresa, German Fuenmayor, Gino Garbellini, Monica Tricario Con: Aizawa Yusuke, Momoko Asano, Balouka Ilan, Chiriki Maiko, Mollo Gianni, Oishi Hirotaka, Andrea Palaia, Sabrina Pesendorfer, Enrico Venturini.Progetto strutture: Fv Progetti, MilanoProgetto Impianti: Flu.project, PerugiaUna nuova “finestra” per la città affacciata sul lago: un’architettura a metà tra terra e cielo, che trova negli elementi naturali...

    Project details
    • Year 2007
    • Client Garda Trentino Fiere s.p.a.
    • Status Competition works
    • Type Conference Centres
    Lovers 9 users