Yacht Typhoon 118

Progetto di un 118 piedi (36mt) La Spezia / Italy / 2010

6 .ToString()
6 Love 459 Visits Published
Linee essenziali Partendo dalle forme tipiche degli scafi a vela con resistenze idrodinamiche minime per un minor consumo di carburante viene sviluppato un Open di 118 piedi (36mt) semidislocante dotato di propulsione ibrida quanto più possibile ecosostenibile. L'angolo negativo di attacco della prua ricorda immediatamente le barche a vela da regata e così pure la disposizione dei volumi di coperta che lasciano l'ampia prua libera, occupata solo da un pozzetto che all'occorrenza diventa prendisole o salottino da pranzo; L'insieme formale della composizione unisce le linee retrò delle vecchie motosiluranti MAS e dei canoni aeronautici della seconda guerra mondiale con un moderno linguaggio architettonico decostruttivista che trova nel Sun-deck del Fly la sua maggiore espressione. La cabina di comando racchiude un ampio living room con angolo multimedia e angolo bar mentre in corrispondenza della porta anteriore verso il pozzetto di prua c'è un ampio tavolo da pranzo. La sua particolare forma ricorda quella della carlinga di alcuni aerei da combattimento della seconda guerra mondiale, le ampie vetrature, in parte occupate dai pannelli fotovoltaici, sono oscurabili mediante un sistema di tendaggi alla veneziana nascosti nello spessore della struttura e mediante l'adozione di cristalli oscurabili mediante il diverso orientamento dei cristalli liquidi in esso annegati. l'ampio Sun Deck sul Fly di comando è adibito a prendisole ed è dotato di una vasca da idromassaggio. Propulsione La propulsione di crociera viene fornita da due idrogetti mentre le manovre in porto (per un impatto ambientale zero sulle acque interne dei porti) e la navigazione di emergenza sono affidate a propulsori elettrici ricaricati da celle fotovoltaiche e dalle turbine dei motori. la velocità massima teorica con i propulsori a idrogetto è di 55 nodi, quella di crociera, grazie alla bassa resistenza idrodinamica oscilla intorno ai 45-50 nodi, la velocità di crociera teorica con il propulsore ausiliario elettrico è di 18 nodi (da verificare). Interni Il progetto è ancora in via di definizione nella suddividivisione interna e degli arredi, la zona sottocoperta tuttavia grazie all'alta murata è particolarmente abitabile ed illuminata da ampie finestrature a nastro. Vi sono due cabine per l'equipaggio, una doppia e una tripla, la cabina del comandante, la cabina armatoriale, un'ampia cucina con zona pranzo dell'equipaggio e due comode cabine doppie per gli ospiti. Capacità La barca può trasportare fino a 12 persone tra equipaggio, armatore ed ospiti ed è dotato di garage posteriore per tender e giochi d'acqua.
6 users love this project
Comments
View previous comments
    comment
    Enlarge image
    Project Authors
    • Marco Hermes Peruzzi

      Principal Architect

    Linee essenziali Partendo dalle forme tipiche degli scafi a vela con resistenze idrodinamiche minime per un minor consumo di carburante viene sviluppato un Open di 118 piedi (36mt) semidislocante dotato di propulsione ibrida quanto più possibile ecosostenibile. L'angolo negativo di attacco della prua ricorda immediatamente le barche a vela da regata e così pure la disposizione dei volumi di coperta che lasciano l'ampia prua libera, occupata solo da un pozzetto che all'occorrenza diventa...

    Lovers 6 users