La Nuvola - Nuovo centro congressi all'EUR

The Cloud - EUR new congress centre Rome / Italy / 2015

96
96 Love 26,041 Visits Published
The new magnet and a new work to relaunch the sector of congress events will be handed over to Rome by January 2013: it is the New Conference Centre designed by Massimilano and Doriana Fuksas' architecture office. The construction in progress will be completed in the historical Eur district and when finished will occupy around 55,000 square metres. In spite of the project concept leading back to three fundamental elements: the Container, the Cloud and the hotel “blade”, the main feature of the building remains the Cloud. The Cloud structure which will house a 1850 seat auditorium, a restaurant and the auditorium services is an undefined structure without precise rules. When completed, the structure, made with a metallic skeleton, will be covered with a transparent sheet before going onto the container with its finishings and systems. A conditioning system with a variable airflow will help give the building an efficient energy consumption while the installation of a photovoltaic system on the roof of the container will facilitate the use of solar energy in line with the energy saving guidelines. Therefore, the conclusion of this great work of architecture, which stands out not only for its functionality but also for having embraced the principles of engineering and environmental sustainability, is eagerly awaited. The New Conference Centre was also be the subject of discussion at the conclusive engagement of the Roma Metropoli. 6 Conversazioni di Architettura Contemporanea event, held at the Auditorium of the MAXXI on 26th May and included a meeting with Massimiliano Fuksas. [IT] La struttura sorgerà in una zona strategica dello storico quartiere dell’Eur su una superficie costruita pari a 58.500 mq. L'idea progettuale è sinteticamente riconducibile a tre immagini: la Teca, la Nuvola e la “lama” dell'Hotel. La Teca, orientata longitudinalmente, è il contenitore con struttura in acciaio e doppia facciata in vetro che racchiude al suo interno la Nuvola. La Nuvola è il fulcro del progetto. La sua costrizione nello spazio “scatolare” della Teca mette in risalto il confronto tra un’articolazione spaziale libera, senza regole, e una forma geometricamente definita. All’interno della Nuvola trovano posto: l’auditorium per 1.800 posti, punti ristoro e i servizi di supporto all’auditorium. La Nuvola costituisce, senza dubbio, l’elemento architettonico caratteristico del progetto: la struttura in nervature d’acciaio, dallo straordinario effetto visivo, sarà rivestita da un telo trasparente di 15.000 mq. L'albergo, la “lama”, di 439 stanze è pensato come struttura indipendente e autonoma. Al livello interrato del complesso è previsto un parcheggio per 600 posti auto. Il Nuovo Centro Congressi sarà un’opera dallo straordinario valore artistico, caratterizzata da soluzioni logistiche innovative e dalla scelta di materiali tecnologicamente avanzati. Il complesso sarà altamente flessibile, in grado di ospitare eventi congressuali, espostivi, con una capienza che raggiungerà complessivamente quasi 8.000 posti, suddivisi tra l’auditorium all’interno della Nuvola che potrà accogliere 1.800 persone, le grandi sale congressuali e le sale minori per complessivi 6.100 posti. La progettazione del Nuovo Centro Congressi si contraddistingue per un approccio eco-compatibile, vale a dire un insieme di scelte volte a ridurre il consumo energetico. Sarà adottato un sistema di climatizzazione a portata variabile dell’aria condizionata che consentirà un consumo ottimale di energia in funzione dell’effettivo affollamento dei locali; sulla copertura della teca è prevista la sistemazione di elementi fotovoltaici che consentiranno una produzione naturale di energia elettrica e la protezione dell’edificio dal surriscaldamento attraverso la mitigazione della radiazione solare, oltre a permettere un sensibile risparmio sui consumi energetici rispetto a quelli necessari per ottenere il condizionamento di tutto il volume con sistemi tradizionali. CALENDARIO LAVORI Concorso (prima fase): Novembre 1998 Concorso (seconda fase): Febbraio 2000 Progetto preliminare: Luglio 2001 Progetto definitivo: Febbraio 2004 Progetto esecutivo: Marzo 2007 Posa prima pietra: 11 Dicembre 2007 Inizio Lavori 1 febbraio 2008 Consegna Lavori Prevista: 2015
96 users love this project
Comments
View previous comments
    comment
    Enlarge image

    The new magnet and a new work to relaunch the sector of congress events will be handed over to Rome by January 2013: it is the New Conference Centre designed by Massimilano and Doriana Fuksas' architecture office. The construction in progress will be completed in the historical Eur district and when finished will occupy around 55,000 square metres. In spite of the project concept leading back to three fundamental elements: the Container, the Cloud and the hotel “blade”, the main feature of the...

    Lovers 96 users