CircleBath

Bath / United Kingdom / 2010

9
9 Love 6,841 Visits Published
CircleBath è il primo ospedale dello studio Foster + Partners e il primo in un programma di nuovi ospedali autonomi che offrono una svolta radicale nell’approccio ortodosso alla progettazione ospedaliera. L’inaugurazione di CircleBath è prevista nel prossimo mese di febbraio.

Il design compatto, favorisce il senso di comunità e di benessere al’interno di una struttura paragonabile più a un hotel di lusso che un ospedale tradizionale. L’edificio a tre piani è situato sulle colline ai margini della zona verde protetta, nove chilometri a sud-est di Bath.

È progettata intorno a un atrio centrale pieno di luce che facilita il senso di orientamento e di accoglienza, solitamente assente nei più grandi ospedali. L’accesso pubblico avviene dalla strada a nord direttamente nell'atrio al piano terra. La facciata settentrionale è composta da un rivestimento scuro ai livelli più bassi, mentre a sud, ampie vetrate si affacciano sulla sinuosa campagna circostante. La struttura sembra quasi galleggiare su un battiscopa arretrato rispetto alla facciata; il volume rettangolare superiore e il tetto, che racchiudono al loro interno tutte le ventotto stanze di degenza, è rivestito con un reticolo di scandole di alluminio riflettente.

L’atrio a doppia altezza costituisce il punto di riferimento per pazienti, il personale e i visitatori, con sale di consultazione privata dal piano terra alle stanze dei pazienti disposte intorno ai piani superiori.

La reception principale, la caffetteria e la base operativa degli infermieri occupano l'atrio in cui la luce del giorno, che filtra attraverso i lucernari circolari, è attenuata da una fascia di tessuto chiaro che segue le forme di questi ultimi.

La tavolozza dei colori è un mix di colori caldi e familiari come ocra e ruggine, abbinati superiormente a pannelli acustici in legno naturale, intervallati da pannelli in vetro che consentono una connessione visiva dal piano delle degenze all’atrio.

In tutto l'edificio si è posto l'accento sulla luce naturale e sulle viste: sale operatorie e sale di risveglio postoperatorio al livello più basso sono completamente vetrate a sud e si affacciano su un giardino privato.
Le camere di degenza al piano superiore si affacciano sui terrazzini disposti lungo tutto il perimetro dell'edificio e orientati per massimizzare la vista sulla campagna.
Le divisioni tra i reparti sono minime, alleggerendo per i pazienti la tensione dei consulti, trattamenti e del ricovero e riducendo le distanze a piedi per il personale.

Il progetto è il primo di una catena di Campus della Salute in tutto il Regno Unito, commissionato dalla Health Properties for Circle, un'iniziativa finanziata privatamente che pone i pazienti al centro di un nuovo approccio all'assistenza sanitaria. Circle è di proprietà di un gruppo di 1.200 fra medici e personale ospedaliero, ma i pazienti saranno curati indipendentemente dal fatto che siano pagati da assicurazioni private o dal Servizio Sanitario Nazionale (NHS) del governo britannico. Ciascuna persona in ospedale – che sia chirurgo, infermiere o portiere - è considerata come un 'partner' nella fornitura dell’assistenza sanitaria, con l'obiettivo comune di promuovere il benessere del paziente.


CircleBath is Foster + Partners’ first hospital and the first in a programme of new independent hospitals which offer a radical departure from orthodox approaches to hospital planning. After a period of commissioning, CircleBath is expected to open to patients in February.

The compact design encourages a sense of community and well-being with facilities more comparable to a luxury hotel rather than a traditional hospital. The three-storey hospital is set into the hills on the edge of protected green belt nine kilometres south east of Bath. It is planned around a central light filled atrium, promoting a sense of orientation and intimacy that is commonly lacking in larger hospitals.

Public entry is from the road on the north directly into the atrium on the ground level floor. The northern façade comprises dark panelling at the lower levels, while on the south, extensive glazing opens out to views over the surrounding rolling countryside. Appearing to float above this recessive skirting, the rectangular upper volume and roof, enclosing all twenty-eight bedrooms, is clad in a reflective lattice of aluminium shingles.

The double-height atrium forms the focus for patients, staff and visitors, with private consultation rooms leading from it at ground level and in-patient bedrooms arranged around it above. The main reception point, café and nurses’ station occupy the atrium where daylight, drawn through the circular sky lights, is softened by a translucent fabric ribbon tracing the shapes. The colour palette is a warm and friendly mix of ochre and rust, with natural wood acoustic panels above, interspersed with glass panels providing a visual connection to the atrium from the bedroom floor.

Throughout the building, there is an emphasis on natural light and views: operating theatres and recovery spaces on the lower level are fully glazed to the south, looking out on to a private garden. The bedrooms on the upper floor look out onto balconies, planted with herbs and shrubs, lining the building’s perimeter and oriented to maximise views across the countryside. Sympathetic landscaping emphasises the therapeutic natural environment to create the opposite of an institutional atmosphere.

Divisions between departments are minimal, easing the stress involved in consultation, treatment and recovery for patients and reducing walking distances for staff.

Spencer de Grey, Head of Design at Foster + Partners, commented:
“There is a wealth of evidence to suggest that a well-designed hospital environment can reduce recovery times and contribute to better outcomes for patients, while providing a more attractive workplace for medical staff. This is Foster + Partners’ first hospital building and its design is democratic, putting the patient at the heart of the system in a space that does not feel institutionalised and instead takes advantage of the rural setting, the light and the views.”

• The project is the first of a chain of health campuses across the UK commissioned by Health Properties for Circle, a privately funded initiative that places patients at the centre of a new approach to healthcare. Circle is an employee-owned group of 1,200 clinicians and hospital workers organised along the lines of ‘John Lewis Partnership’.

• The building provides operating theatres, bedrooms, consultation, treatment and recovery spaces, and offers both in-patient and out-patient accommodation.

• Patients will be treated irrespective of whether they are paid for by private insurance or through the National Health Service (NHS) under the UK Government’s ‘Choose and Book’ scheme.

• Everyone in the hospital – whether a surgeon, nurse or porter – is regarded as a ‘partner’ in the delivery of health care, with a common goal of promoting patient well-being
9 users love this project
Comments
    comment
    Enlarge image

    CircleBath è il primo ospedale dello studio Foster + Partners e il primo in un programma di nuovi ospedali autonomi che offrono una svolta radicale nell’approccio ortodosso alla progettazione ospedaliera. L’inaugurazione di CircleBath è prevista nel prossimo mese di febbraio. Il design compatto, favorisce il senso di comunità e di benessere al’interno di una struttura paragonabile più a un hotel di lusso che un ospedale tradizionale. L’edificio a tre piani è situato sulle colline ai margini...

    Project details
    • Year 2010
    • Work finished in 2010
    • Client Health Properties for Circle
    • Status Completed works
    • Type Hospitals, private clinics
    • Websitehttp://www.fosterandpartners.com
    Lovers 9 users