Svincolo di Piazza Maggi a Milano

Previsione e mitigazione sonora del nuovo svincolo Milan / Italy / 2000

0
0 Love 1,263 Visits Published

Il Comune di Milano ha affidato alla Consulting & Management dell'ing. Ezio Rendina di Milano lo studio e la valutazione dei livelli fonometrici presenti in corrispondenza delle aree prospicienti al nodo di piazza Maggi in Comune di Milano.

Si sono inoltre affrontate le tematiche relative all’individuazione dei sistemi e delle opere necessari al contenimento delle emissioni sonore entro i limiti di legge in previsione della realizzazione di uno svincolo a tre livelli previsto in corrispondenza di detto nodo.
Le attività svolte hanno permesso di definire con buona precisione l'ambiente acustico oggetto degli interventi previsti.

In particolare si è studiato l'intorno della sezione dal punto di vista della tipologia urbanistica in relazione alla propagazione sonora ed alla destinazione d'uso attuale e prevista delle aree prospicienti alla linea stradale.

Si è inoltre svolta una campagna di misure che hanno permesso di definire il clima acustico ambientale, cioè il rumore ambientale complessivamente presente nei punti di analisi.

Per mezzo di complessi algoritmi di calcolo si è calcolato il clima acustico atteso a fronte del traffico stradale attualmente presente; in tal modo è stato possibile calcolare quale sia il contributo acustico del traffico sulla rete in oggetto sul clima acustico totale presente nelle sezioni di misura.

Il modello non è, nello specifico, in grado di considerare la presenza di eventuali punti acustici singolari quali i giunti di dilatazione della sopraelevata futura prevista in quanto non esiste un abaco che riporti valori medi di incremento acustico dovuto alla presenza di tali punti singolari stante le varie forme realizzative e quindi di risposta acustica di tali punti.

In tali situazioni si è compensato il maggiore livello mediante opportuna taratura “conservativa” del modello, ovvero mediante intervento sui parametri dell’algoritmo implementato finalizzato all’incremento dei valori calcolati; nelle situazioni dubbie si è optato per un errore in eccesso.

Le estrapolazioni sono state estese per un intorno delle sezioni di misura sufficiente a coprire la totalità degli edifici prospicienti alla infrastruttura. Si sono pertanto collocati decine di punti di calcolo di estrapolazione posti in ciascuno degli edifici più esposti al rumore, suddividendo ciascun punto per ogni piano presente nell’edificio in oggetto.

Per tutti questi punti si è supposto che il rumore residuo fosse costante nello spazio e pari a quello calcolato nei punti di misura di riferimento.

Il modello di propagazione utilizzato considera il traffico come una sorgente sonora di tipo lineare; nel calcolo dell'abbattimento acustico considera gli effetti dovuti all'interposi­zione di ostacoli che occludano parzialmente o totalmente il raggio vi­sivo del ricettore che guarda verso il mezzo in transito, all'assor­bimento dell'aria (calcolato in condizioni standard), all'assorbimento del suolo e naturalmente all'attenuazione dovuta alla distanza.

In tal modo il modello è più impiegato per il calcolo della propagazione sonora in molti punti che per una vera e propria estrapolazione.

Il modello impiegato è in grado di ottimizzare la geometria delle barriere antirumore onde contenere al massimo i costi di bonifica e l'intrusione visiva.

Per procedere con le estrapolazioni si è dapprima provveduto a calibrare il modello sulla realtà in istudio: si è, pertanto, digitalizzato l’ambiente oggetto della simulazione e su questo si è calcolato il rumore previsto.
Le elaborazioni di simulazione sono state effettuate sulla base della intensità, velocità e composizione del traffico rilevato.

Si è svolta la taratura del modello sulla base dei rilievi strumentali svolti nei 2 punti di misura simulando la situazione attualmente esistente.
In tal modo è stato possibile valutare l’incidenza del rumore specifico, il traffico stradale, sul rumore ambientale complessivamente rilevato dallo strumento e quindi valutare se un intervento di bonifica acustica del rumore stradale possa essere considerato risolutivo del clima acustico totale presente nei punti di indagine.
Dopo aver tarato il modello sulla realtà osservata al fine di ridurne al massimo l’errore di calcolo si sono calcolati i livelli di rumore in tutti i piani degli edifici più significativi prospicienti al nodo di piazza Maggi per un totale di 223 punti di calcolo e quindi si sono dimensionati ed ottimizzati gli interventi, costituiti da linee di diffrazione (ovvero da barriere antirumore), minimi indispensabili per rientrare nei limiti di Legge.

Il calcolo della previsione dei livelli acustici attesi è stato svolto per i seguenti 6 scenari:

1)STATO DI FATTO: DIURNO Calcolo senza utilizzo di barriere eseguito sullo stato di fatto, considerando il traffico a raso e lo scorrimento sul cavalcavia nella attuale configurazione.
2)STATO DI FATTO: NOTTURNO Calcolo senza utilizzo di barriere eseguito sullo stato di fatto, considerando il traffico a raso e lo scorrimento sul cavalcavia nella attuale configurazione.
3)SITUAZIONE DI PROGETTO: DIURNO Calcolo senza utilizzo di barriere ed asfalto fonoassorbente.
4)SITUAZIONE DI PROGETTO: NOTTURNO Calcolo senza utilizzo di barriere ed asfalto fonoassorbente.
5)SITUAZIONE DI PROGETTO: DIURNO Calcolo con utilizzo di barriere ed infissi fonoisolanti barriere ed asfalto fonoassorbente.
6)SITUAZIONE DI PROGETTO: NOTTURNO Calcolo con utilizzo di barriere ed infissi fonoisolanti barriere ed asfalto fonoassorbente.
0 users love this project
Comments
    comment
    Enlarge image

    Il Comune di Milano ha affidato alla Consulting & Management dell'ing. Ezio Rendina di Milano lo studio e la valutazione dei livelli fonometrici presenti in corrispondenza delle aree prospicienti al nodo di piazza Maggi in Comune di Milano.Si sono inoltre affrontate le tematiche relative all’individuazione dei sistemi e delle opere necessari al contenimento delle emissioni sonore entro i limiti di legge in previsione della realizzazione di uno svincolo a tre livelli previsto in corrispondenza...

    Project details
    • Year 2000
    • Work started in 1999
    • Work finished in 2000
    • Client Comune di Milano
    • Status Completed works
    • Type Urban Furniture / Bridges and Roads