TIRANA 030

Tirana / Albania / 2016

3
3 Love 1,200 Visits Published

The “vision” for the future of Tirana from now until 2030 (TR030) could be defined, in large part, as a plan for landscape recovery. This is a kind of “kaleidoscopic city” that can now, however, rely on a new instrument which may allow more coordinated and comprehensive management. TR030 is made up of three containers: a metropolitan Fresco based on ten main themes (biodiversity, polycentrism, diffuse knowledge, mobility, water, geopolitics, tourism, accessibility, agriculture and energy); an Atlas consisting of thirteen strategic projects located in the real landscape and a Chart of rules formulated around five metabolic systems (nature, infrastructure, city, agriculture and water). The strategy relies on the creation of gaps to generate public space, as well as on nature and farming to absorb the diversity and complexity within the new city limits. The relationship with nature is a theme envisaging various strategies: a continuous ring of woodland around the metropolis, including parks and protected nature reserves that will preserve and boost the existing biodiversity; new environmental corridors along the Lanë, Tiranë and Erzen rivers; a green belt (the new 4th ring-road) around the centre of Greater Tirana, functional as a linear public space and as a link for the transport network as well.


Stefano Boeri Architetti+UNLAB+IND


[IT]
Un piano di riconquista del paesaggio: la “visione” per il futuro di Tirana da qui al 2030 (TR030) si potrebbe in gran parte definire così. Una “città caleidoscopica” che, tuttavia, può contare oggi su un nuovo strumento per una sua gestione meglio coordinata e di più ampio respiro.


TR030 si compone di tre contenitori: un Affresco metropolitano fondato su dieci grandi temi (biodiversità, policentrismo, sapere diffuso, mobilità, acqua, geopolitica, turismo, accessibilità, agricoltura, energia); un Atlante composto da tredici progetti strategici concretamente collocati nel territorio; una Carta di regole elaborate intorno a cinque sistemi metabolici (natura, infrastruttura, città, agricoltura, acqua).


La strategia principale propone un necessario e non più prorogabile contenimento dello sfruttamento del suolo, della discontinuità nel tessuto urbano, della frammentazione dell’edificato, eventualmente lo sfruttamento di una certa verticalità per liberare terreno ulteriore.


Tirana è una città con altezze medie non elevate, ma una densità tra le maggiori d’Europa, come se fosse stata compressa sacrificando tutti gli spazi aperti. Far leva sul vuoto per generare spazio pubblico, dunque, e altrettanto sulla natura e sull’agricoltura per assorbire le diversità e complessità interne ai nuovi confini urbani.


Tale rapporto con la natura è un tema che prevede diverse strategie: un sistema boschivo orbitale continuo intorno alla metropoli, inclusivo di parchi e oasi naturalistiche protette che preservino e alimentino la biodiversità esistente; nuovi corridoi ecologici lungo i fiumi Lana, Tirana ed Erzeni; un anello verde di circonvallazione (nuovo 4° ring), baricentrico rispetto alla grande Tirana, come spazio pubblico lineare e di mobilità di raccordo; il rilancio dei centri minori come network diffuso di poli turistici, agricoli e produttivi in comunicazione tra loro e con l’area urbana.

3 users love this project
Comments
View previous comments
    comment
    Enlarge image

    The “vision” for the future of Tirana from now until 2030 (TR030) could be defined, in large part, as a plan for landscape recovery. This is a kind of “kaleidoscopic city” that can now, however, rely on a new instrument which may allow more coordinated and comprehensive management. TR030 is made up of three containers: a metropolitan Fresco based on ten main themes (biodiversity, polycentrism, diffuse knowledge, mobility, water, geopolitics, tourism, accessibility,...

    Project details
    • Year 2016
    • Client Municipality of Tirana
    • Status Current works
    • Type Urban development plans
    Lovers 3 users