Villa Tirana, Albania

Interior Design di lusso nel nuovissimo quartiere Rolling Hills Tirana / Albania / 2016

29
29 Love 2,494 Visits Published

ENG - Studio Marco Piva, together with the local architect EGO Architecture di Egest Goxhaj & Partners, has curated the interior design of a villa situated in the heart of the new residential development area known as “Rolling Hills Luxury Residences”, composed by 122 luxury villas plunged in the green hills south-east of Tirana.


The project result reflects Studio Marco Piva’s and EGO Architecture di Egest Goxhaj & Partners’ sober, but elegant and refined designing style, characterised by a genuine richness expressed through furniture and finishing details.


The project aim has been to create cosy, pleasant, partly spectacular, and yet aesthetically modern spaces, capable of suiting, above all, the daily experience of people who live there.


We are very happy because the client has absolutely trusted our choices, and we have thus rediscovered that trust-based relationship with the professional designer often lacking in our day.
The result has therefore satisfied the two sides: first of all, the client, and then us, as we have developed a project in which we identify ourselves.
With regard to the choices we have made, the entire mood has been developed on the basis of some architectural and territorial elements by which we have been highly impressed.


The villa is surrounded by an unspoilt natural environment which does not present any invasive infrastructure or architecture, turning every point of view from the house on the outside into a picture.
As a matter of fact, although it is part of a compound, most of the house façades have a very large visual depth, which has suggested the use of certain chromatic patterns, colours which draw on the territory’s nature in the various periods of the year, in a sort of attempt to capture a piece of landscape and bring it inside the villa.


For example, the green sofas in the formal living recall the fields of olive trees in the hills, the pink colour of the seats in the master bedroom and of the curtains in the living room are expression of the colour of flowers in spring, the yellow at the entrance reflects the citrus trees, whereas the combination of grey and blue of carpets and of some seats recalls the Tirana Lake, the caramel corridor on the first floor suggests the colours of sunset, etc.
A specific chromatic research has also been carried out in connection with the artworks to be placed in the space under consideration.
The combination of colours has been taken into account in connection with the carpets, all of which chromatically match the coverings, the materials, and the chromatic patterns, which have been chosen.
A neutral colour has been used for façades, with an emphasis put on the architectural elements by the Lecce stone, also used for the floor and the pool, creating a soft contrast with the surrounding green. The villa complex that mirrors in the big swimming pool constitutes a particularly suggestive scenario. In the design phase, particular attention has also been reserved to the choice of the tree species, with the intention of representing the various seasons through colours. The trees, most of which are from the Mediterranean area, interact with the surrounding natural green.


LIGHTING AND TECHNOLOGY
Technology is there but unseen.
Both the main villa and the Guest House have been conceived with a latest-generation home automation system created by BPT, which integrates the most important functions for home control, including internal and external lighting, shutters, video-surveillance system, air conditioning system, door closure system, etc.


This is a complex, centralized system, which manages a big number of controls through a simple graphic interface, to make it easier for the client to control their house, even remotely (just think there are more than one hundred controls only for lighting points, some of which are situated hundreds of metres away from the villa).


The centralised heating/conditioning system is of the VRF type by Mitsubishi Heavy Industries. Moreover, considering the heights of the ground floor, a floor heating has been integrated for greater efficiency.
As regards the lighting, several accurate and specific lighting solutions have been developed for each room. In general, we have enriched the spaces on the ground floor and on the first floor with decorative and spectacular, sometimes suspended, lamps. This has been possible thanks to the heights of such spaces. On the contrary, downstairs, where heights are substantially reduced, a more technical and linear lighting has been preferred.
The exploitation of natural light has always been the core of our approach. In this case, however, it has been even more relevant in view of the abundance of windows all along the façade: all the spaces have been organised in such a way as to benefit from light, including both natural light, which penetrates the house extensively during daytime, and technical and decorative light, enabling various combinations depending on how the spaces are used during the various moments of the day.


Technical lighting has been curated in cooperation with Zumtobel, studying a system of visual exclusion through the arrangement of grooves in suspended ceilings, to insert accurate and adjustable lights.
The technical lighting system has had a fundamental role above all in the Art gallery, with masks specifically designed to emphasize the beauty of artworks.


Moreover, it has been relevant the choice to use Barrisol in various rooms of the house due to its neutral and uniform lighting. It has been used in bathrooms, which are the only rooms in the house reached by little daylight.
The use of Barrisol has also been very important in the Art Gallery to prepare an environment as neutral as possible, capable of better adapting to the various types of display.
The external colonnade leading to the Gallery has been illuminated with a Barrisol ceiling too, to give a sense of continuity between interior and exterior.


Client: Private citizen
Location: Tirana, Albania, Rolling Hills luxury residential compound.
Intervention: Interior Design, Landscape, Lighting, Styling.
Project Duration: 2014-2016
Area: Plot of land of 11,200 square metres, 640 square metres occupied by the main villa, on three floors, and 280 square metres occupied by the Guest House, on two floors.
Designers:
- STUDIO MARCO PIVA (interiors of the main villa, general styling, interface with architecture)
- EGO Architecture di Egest Goxhaj & Partners (landscape, general fit out, guest house)
Photographer: Andrea Martiradonna


 


ITA - Nel cuore della nuova area di sviluppo residenziale “Rolling Hills Luxury Residences”, composta da 122 ville di lusso immerse nel verde delle colline a sud-est di Tirana, si trova la villa per la quale lo Studio Marco Piva, insieme al local architect EGO Architecture di Egest Goxhaj & Partners, ha curato l’interior design.


Il risultato progettuale rispecchia lo stile di progettazione dello Studio Marco Piva e EGO Architecture di Egest Goxhaj & Partners, sobrio ma elegante e raffinato, caratterizzato da una ricchezza pulita che si manifesta attraverso i dettagli degli arredi e delle finiture.


L’obiettivo della progettazione è stato creare spazi accoglienti, piacevoli, in parte scenografici ma esteticamente moderni, soprattutto integrati nella quotidianità di chi li vive.


Siamo molto contenti perché il cliente si è assolutamente fidato delle nostre scelte, abbiamo avuto la fortuna di ritrovare il rapporto di fiducia nei confronti del professionista che oggi spesso viene a mancare.
Il risultato è stato una doppia soddisfazione: da parte del committente in primis, e da parte nostra, che abbiamo firmato una realizzazione nella quale ci identifichiamo.


Entrando nel merito delle scelte, ci sono stati degli elementi, dell’architettura e del territorio, che ci hanno colpito molto, creando il punto di partenza per lo sviluppo dell’intero mood.


La villa è circondata da un paesaggio naturale incontaminato libero da infrastrutture o architetture invadenti che trasformano in quadro ogni punto di vista dall’interno verso l’esterno.
Infatti, pur essendo inserita in un compound, la maggior parte degli affacci hanno una profondità visiva molto importante, che ci hanno ad esempio suggerito di usare determinati cromatismi, colori che riprendono la natura del territorio nei vari periodi dell’anno, come a voler catturare all’interno della villa un pezzo di paesaggio.


Ad esempio, il verde dei divani del formal living ricorda le distese degli ulivi che circondano le colline, i rosa delle sedute nella master bedroom e delle tende del living riprendono il colore delle fioriture primaverili, il giallo all’ingresso gli alberi di agrumi, il grigio con tendenze d’’azzurro dei tappeti e di alcune sedute il lago di Tirana, il caramello del corridoio al primo piano le cromie del tramonto, etc.
Da un’altra parte, una ricerca cromatica mirata è stata anche fatta in relazione alle opere d’arte che andavano a collocarsi nello spazio.
Una ricerca particolare è stata fatta anche sui tappeti, che sono tutti in abbinamento ai rivestimenti, ai prodotti e ai cromatismi scelti.


Anche per le facciate è stato scelto un colore neutro, enfatizzato negli elementi architettonici dalla pietra di Lecce, utilizzata anche a pavimentazione e per la piscina, che crea un tenue contrasto con il verde circostante. L’immagine riflessa dell’insieme nel grande specchio d’acqua rende lo scenario particolarmente suggestivo.
Nella fase di progettazione è stata prestata particolare attenzione anche alla scelta delle essenze arboree, con l’intento di avere una lettura delle varie stagioni attraverso i colori. Le essenze, per la maggior parte mediterranee, dialogano con il verde naturale circostante.


ILLUMINAZIONE E TECNOLOGIA
La tecnologia c’è, ma non si vede. Sia la villa principale che la Guest House sono state pensate con un sistema domotico di ultima generazione, creato da BPT, che integra le più importanti funzioni per il controllo della casa, dall’illuminazione interna ed esterna, alle tapparelle, videosorveglianza, area condizionata, chiusura porte, ecc.


Un sistema complesso, centralizzato, che gestisce un grande numero di controlli attraverso una semplice interfaccia grafica, per semplificare al cliente il controllo della propria abitazione, anche da remoto (basti pensare che ci sono più’ di cento comandi solo per i punti luce, alcuni a centinaia di metri dalla villa).


L’impianto di riscaldamento/condizionamento centralizzato e’ di tipo VRF della Mitsubishi Heavy Industries. Inoltre, viste le altezze del piano terreno, per una maggiore efficienza è stato integrato un riscaldamento a pavimento.


Per quanto riguarda l’illuminazione, sono stati previsti diverse soluzioni luminose puntuali e specifiche per ciascun ambiente. In linea generale abbiamo arricchito gli spazi del piano terra e del piano primo con lampade decorative e scenografiche anche sospese grazie alla generosità delle altezze, preferendo un illuminazione più tecnica e lineare al piano inferiore che al contrario presentava delle altezze nettamente ridotte.


Il rapporto con la luce naturale è sempre stato un tema principale del nostro approccio al progetto, ma in questo caso ha assunto ancora più rilevanza data l’abbondante presenza di finestre su tutta la facciata: tutti gli ambienti sono stati ragionati in modo da poter giocare con la luce, sia quella naturale che di giorno penetra abbondantemente nell’abitazione, che quella tecnica e decorativa, permettendo giochi diversi a seconda dell’utilizzo degli ambienti nei diversi momenti della giornata.


L’illuminazione tecnica è stata curata insieme a Zumtobel, studiando un sistema di esclusione visiva tramite la disposizione di gole all’interno delle controsoffittature, per luci puntuali e direzionabili.
Nella Pinacoteca soprattutto, il sistema illuminotecnico ha avuto un ruolo fondamentale, con mascherine appositamente studiate per l’enfatizzazione delle opere d’arte .


Inoltre, molto importante è stato l’utilizzo del Barrisol, scelto in diversi ambienti della casa per la sua neutrale ed omogenea illuminazione. E’ stato utilizzato nei bagni, gli unici ambienti con poca luce naturale.


Un altro importantissimo uso del Barrisol e’ nella Galleria d’Arte, per allestire un ambiente il piu possibile neutro ed adattarsi al meglio ai diversi tipi di esposizione.
Anche il portico esterno che precede la galleria e’ stato illuminato con un soffitto teso in Barrisol, per dare un senso di continuità tra interno ed esterno.


Cliente: Privato
Location: Tirana, Albania, complesso residenziale di lusso Rolling Hills.
Tipo di intervento: Interior Design, Landscape, Lighting, Styling.
Durata Progetto: 2014-2016
Area: 11.200 metri quadri di terreno, 640 metri quadri villa principale, su tre livelli, e 280 metri quadri Guest House, su due livelli.
Progettisti:
- STUDIO MARCO PIVA (interiors villa principale, styling generale, interfaccia con l’architettura)
- EGO Architecture di Egest Goxhaj & Partners (landscape, fit out generale, guest house)
Fotografie: Andrea Martiradonna


 

29 users love this project
Comments
View previous comments
    comment
    Enlarge image

    ENG - Studio Marco Piva, together with the local architect EGO Architecture di Egest Goxhaj & Partners, has curated the interior design of a villa situated in the heart of the new residential development area known as “Rolling Hills Luxury Residences”, composed by 122 luxury villas plunged in the green hills south-east of Tirana. The project result reflects Studio Marco Piva’s and EGO Architecture di Egest Goxhaj & Partners’ sober, but elegant and refined...

    Lovers 29 users