Torre Aquileia

Jesolo / Italy / 2009

41
41 Love 17,854 Visits Published
Il progetto si colloca tra la laguna di Venezia, le foci dei fiumi Sile e Piave e il mare. Si sviluppa lungo l’asse perpendicolare alla linea della costa e si estende da piazza Internazionale attraverso via Aleardi, piazza Mazzini, via Bafile e la spiaggia, immettendosi quattrocento metri nel mare.

Un parcheggio pubblico sotterraneo in piazza Mazzini con sentieri alberati che alternano il sole all’ombra; la riqualificazione di via Aleardi con la configurazione di un nuovo spazio pubblico: piazza Aquileia, con i suoi duemila metri quadrati, circondata da un edificio di due piani con servizi e commercio (negozi, caffetteria, centro fitness, ristorante e una terrazza solarium con piscina). Una strada posteriore risolve gli accessi al parcheggio, e la logistica della torre e degli spazi commerciali. Nel centro di questo spazio e circondata da questi edifici sorge la torre Aquileia, con i suoi cento metri di altezza.

Nell’intersezione tra via Aleardi e via Bafile, il progetto riconosce in piazza Mazzini il luogo articolante dell’intervento, rendendone necessaria la riqualificazione. Una piazza pensata come uno spazio cangiante che ammette differenti usi. Questo luogo, con la pavimentazione in pietra, gli alberi e gli elementi illuminanti, una grande panchina e una serie di vaporizzatori e fontane, permette una molteplicitá di usi e un controllo della viabilitá, cosi come svariate possibilitá ambientali. Sul fronte sud della piazza sorge una grande finestra sul mare, generata da edifici residenziali e un molo-passeggiata che si insinua dentro il mare e genera una darsena per l’approdo occasionale di piccole imbarcazioni.

La torre Aquileia, di 24 piani, ha un piano terra a doppia altezza che ospita l’atrio, filiali di banca e una caffetteria, due piani destinati a uffici e 22 destinati a diversi tipi di residenze. La pianta di perimetro poliginale, articolata a partire dai nuclei di comunicazione verticale, ascensori e scale, permette che i quattro appartamenti di ogni piano (due bilocali e un trilocale), siano dotati di terrazze con visione simultanea del mare e della laguna. Gli appartamenti orientati a ponente godono della vista dei campanili e del nucleo urnbano di Venezia, mentre quelli orientati a levante offrono la vista dei fiumi e il lontano orizzonte del massiccio delle Dolomiti. Questa configurazione permette la privacy visiva tra gli appartamenti e al tempo stesso la costruzione di spazi intermedi interno-esterno. Le terrazze di forma poligonale si convertono in spazi abitabili, estensione della residenza, ne rendono l’uso flessibile mediante paramenti scorrevoli di vetro e persiane, convertendosi in autentici filtri climatici e ambientali, graduando la luce e l’ombra, cosí come le viste. Il complesso delle facciate costituisce un leggero tessuto, sottile e versatile, un gioco di incastri che smaterializza la pelle esterna dell’edificio, mantenendo allo stesso tempo l’immagine tettonica della torre.

L’edificio culmina con un doppio pinnacolo di vele incrociate che formano lo skyline, offrono un’immagine dinamica attraverso l’illuminazione notturna e fungono da mensole strutturali ancorate al nucleo centrale di cemento armato, supportando mediante tiranti a trazione gli aggetti delle facciate perimetrali.

Al piano terra grandi paramenti di vetro nascondono la struttura e contribuiscono a posare soavemente la torre sulla superficie lapidea della piazza.

Gli appartamenti di sessanta e settantacinque metri quadrati con terrazze tra venti e trenta metri quadrati si distribuiscono attraverso un ingresso, il salone-soggiorno, la cucina e uno o due camere da letto con i rispettivi bagni.

In sintesi, il progetto della torre Aquileia si erige a icona nel territorio del Veneto, offre un profilo riconoscibile in una estensione territoriale di edificazione di altezza ridotta, gioca con la nebbia e la luce di questa zona dell’Adriatico e si converte nell’argomento principale di un nuovo sistema urbano con vocazione di centralitá.

Arch. Gustavo Carabajal


STRUCTURE
Massimo Majowiecki

CONSTRUCTOR
Visedil

AREA
10.000m2
41 users love this project
Comments
    comment
    Enlarge image

    Il progetto si colloca tra la laguna di Venezia, le foci dei fiumi Sile e Piave e il mare. Si sviluppa lungo l’asse perpendicolare alla linea della costa e si estende da piazza Internazionale attraverso via Aleardi, piazza Mazzini, via Bafile e la spiaggia, immettendosi quattrocento metri nel mare.Un parcheggio pubblico sotterraneo in piazza Mazzini con sentieri alberati che alternano il sole all’ombra; la riqualificazione di via Aleardi con la configurazione di un nuovo spazio pubblico: piazza...

    Lovers 41 users