Dash Kitchen

Turin / Italy / 2016

70
70 Love 5,479 Visits Published

ENG - Designed by the architect Fabio Fantolino, Dash, a new restaurant in the heart of Turin is born from the requalification of an abandoned printing house in the city’s frenetic San Salvario district.


The newly inaugurated space is an outcome of the perfect encounter of industrial brutalist aesthetics and a refined reinterpretation of the 70s.


A series of chrome tubes define the first lounge and the restaurant’s both dynamic and intimate scenes. The metallic gloss of the vertical elements is paired up with comfortable black leather benches and armchairs upholstered in luxurious velvet, Alcantara and leather. 70s-inspired lighting fixtures by Phanto complete the set up.
The simple and clean counter made out of super mirror steel is the focal point of the entire space and houses the chrome draft beer taps.


Large openings in the main hall are passageways, marked by the juxtaposition of rosso levanto marble and the polished industrial concrete, setting the way to the more intimate areas of the restaurant. The bright red velvet armchairs and coloured glass Beluga pendants from Fabbian, in sharp contrast with the dark brick walls, identify the space. The ambience is further intensified by the Tango applique lamps from Phanto.
The Dash logo made in polished steel appears in the dark lounge at the rear end of the restaurant as a silvery flash creating a cozy and intimate atmosphere together with the use of Bidone lamps by Phanto.


The architectural and sensory balance is achieved through the wooden structures designed by the architect Fabio Fantolino specially for Dash and made by Falegnameria Fiore warming up the ambience and easing the rigidity of the architecture itself.
The industrial origins of Dash coexist with contemporized 70s icons resulting a harmony of contrasts, strongly merged together in a perfectly balanced and refined space.


Lighting fixtures:
Fabbian: Tools (recessed lamps in chrome) / Beluga (suspension lamps in transparent colored glass)
Delta Light: Diro (recessed lamps)
Phanto: Bidone / Tango / Candle / Paw Floor
Biffi: Flying
Tom Dixon: Bell Floor;
Wooden furniture: complete woodworking by Falegnameria Fiore
Upholstery: complete manufacturing by Nube
Design by Architect Fabio Fantolino


 


 


ITA - Nel cuore di San Salvario, uno dei quartieri più frenetici e multiculturali di Torino, su progetto dell’architetto Fabio Fantolino, è nato Dash, un nuovo ristorante.


Una vecchia tipografia dismessa diventa uno spazio vivo, generato dall’incontro tra stile industriale e reinterpretazione di un sofisticato gusto anni ‘70, il cui sapore viaggia sulla contrapposizione tra brutalità e raffinatezza.


La quinta di tubolari cromati, che delimita gli spazi della prima sala, modula l’ambiente, consentendo di vivere il locale sia nella sua veste mondana e dinamica, sia in quella più intima e riservata. La lucentezza metallica degli elementi verticali è accompagnata alle morbide panche in pelle nera e alle poltrone dai tessuti ricchi come velluti, pelli e alcantara. Simbolo della rivisitazione storica legata al gusto anni ’70 sono i corpi illuminanti di Phanto.


Il lungo bancone in acciaio super mirror ospita una suggestiva sequenza di spillatori cromati e costituisce il fulcro su cui ruota l’intero locale: un elemento unico, pulito e semplice.


Scenografia di fondo della prima sala sono le grandi aperture, che delimitano il passaggio di scena verso la zona più intima del locale; la separazione è marcata dal pavimento e dalla contrapposizione materica tra l’uso del marmo rosso levanto e quello del cemento elicotterato di stampo industriale. Oltre questi grandi varchi, pareti in mattoni a vista, contrastati in ogni angolo dai colori accesi delle poltrone in velluto rosso e dai pendenti in vetro colorato Fabbian della serie Beluga. L’atmosfera è esaltata dalle applique Phanto della serie Tango, sospese nel vuoto, che concentrano la luce grazie a sfere nere lucide.


L’esperienza si conclude nell’ultima saletta dove, come un lampo argentato, compare la scritta DASH, realizzata in acciaio lucido; ancora un gioco di luci per creare intimità, questa volta con la scelta delle lampade a sospensione Phanto della linea Bidone.


L’equilibrio architettonico e sensoriale è bilanciato in ogni ambiente dall’inserimento di caldi elementi in legno, realizzati su disegno dell’Arch. Fabio Fantolino e prodotti dalla Falegnameria Fiore, che contribuiscono a scaldare e contenere la durezza dell’architettura.


Il risultato è una armonia di contrasti che trovano il loro punto di forza proprio nel modo in cui vengono declinati: l’umile involucro dal richiamo industriale legato alla preesistenza, convive con un contenuto raffinato di icone anni ’70, rivisitate e rese contemporanee.


Corpi illuminanti: marca Fabbian – modelli Tools (incassi cromati) / Beluga (sospensioni vetro trasparente colorato); marca Delta Light – modelli Diro (incasso); marca Phanto – modelli Bidone / Tango / Candle / PawFloor; marca Biffi – modello Flying; marca Tom Dixon – modello Bell Floor;
Arredi di falegnameria: realizzazione allestimento completo Falegnameria Fiore;
Arredi imbottiti: realizzazione allestimento completo Nube;
Progetto Arch. Fabio Fantolino

70 users love this project
Comments
View previous comments
    comment
    Enlarge image

    ENG - Designed by the architect Fabio Fantolino, Dash, a new restaurant in the heart of Turin is born from the requalification of an abandoned printing house in the city’s frenetic San Salvario district. The newly inaugurated space is an outcome of the perfect encounter of industrial brutalist aesthetics and a refined reinterpretation of the 70s. A series of chrome tubes define the first lounge and the restaurant’s both dynamic and intimate scenes. The metallic gloss of the...

    Lovers 70 users