CASA VI

Piateda / Italy / 2015

308
308 Love 18,449 Visits Published

This house is located in the surroundings of Sondrio on the Orobic Alps at about 1000 meters of altitude.
The customer requests were to transform an existing ruin, realized in bricks of concrete, into a residence, that had the most solar radiation and lighting in the livingroom and, at the same time, a view toward the bottom of the valley.
In those circumstances, after a careful analysis of the context, of the possibilities in terms of exposure, of the study of the sunlight and the study of technologies and of the values of the mountain architecture, I realized the project through a reinterpretations, in a modern key, of the construction techniques and materials used in the past.
All that because I believe that mountain architecture is an emblematic example of sustainable architecture, using materials obtained from nature and, for obvious reasons, found in place.
From a formal point of view the house refers to the rural houses: the only sloping roof, completely coated by stone and with no eaves.
I worked first of all on the insolation and lighting because the Orobic Alpes are poorly exposed to irradiation, opting for the coverage to a single aquifer; this decision allowed me to raise the wall exposed to the north, inserting the 4 openings of equal size (2,30xh.1,40 cm), one a room on the first floor and two on the ground floor with a wonderful view on the Retic side of the Alps and, at the same time, achieving a double height on the kitchenette and dining area, illuminated from above through a skylight, flush covering, consisting of n.2 glass from 0.70x1,80 cm and n.3 glass from 0.70x0.90 cm.
I obtained a environment lighted in a natural way, ensuring an economical energy saving and satisfying all the requests of the custumer.
The structure is in reinforced concrete and bricks of concrete, with suitable thermal insulation, in order to obtain a good living comfort, and coating in local stone.
The cover consists of lamellar beams in wood and painted in white color.
Doors and windows are in lamellar larch brushed and not treated with double glazing burglar proof; from the point of view of materials and their combination I chose those with a strong intrinsic materiality: stone and wood.
The inside it is, for the most part, concentrated on the local craftsmanship, because I believe it is very important: it represents our history.
So I tried to achieve the greatest possible pieces on measure from my drawing, using materials that could allow me as reinforced concrete, natural larch, iron and wood. Thinking this way many elements are born: fireplace, table, chairs, stairs, bidet, wc, shower and sink.
The same for the kitchenette also realized directly in place, on stainless steel with 2 sinks.
Also the outside system of the bathroom was realized in stainless steel.
For the artificial lighting I used the historical pieces of design Flos, suspensions Vesoi brand and in the kitchenette a lamp Lamp (VI), always by my drawing, in natural larch.
The unit consists of a ground floor with entrance, living room, kitchen and bath in which the spaces are well defined (the rupture element is the cement block) but at the same time, open and bright and a first floor composed by two bedrooms and a loft used as study.


[IT]


Il fabbricato oggetto del progetto si trova in Provincia di Sondrio sulle Alpi Orobie a circa 1000 metri di altitudine.


Le richieste della committenza sono state di trasformare il rudere esistente, realizzato in bolognini di cemento, in un'unità immobiliare da adibire a residenza, che avesse maggior irraggiamento solare e illuminazione nella zona giorno e, nel contempo, vista verso il fondo valle.


Date tali premesse, dopo un'attenta analisi del contesto, delle possibilità in termini di esposizione, dello studio della luce solare e dello studio delle tecnologie e dei valori dell'architettura montana, sono giunto al progetto attraverso una reinterpretazioni in chiave moderna delle tecniche costruttive e dei materiali del passato. Tutto ciò perché ritengo che l'architettura montana sia un esempio emblematico di architettura sostenibile dato che si utilizzavano materiali ricavati dalla natura e per ovvi motivi a km 0.


Dal punto di vista formale il fabbricato e si rifà alle case rurali con tetto ad un solo spiovente completamente rivestite in pietra e prive di gronde.
Avendo dovuto confrontarmi con una preesistenza ho lavorato prima di tutto sul soleggiamento e l'illuminazione essendo il versante Orobico poco esposto all' irraggiamento optando per la copertura ad una sola falda; questa decisione mi ha permesso di alzare la parete esposta a nord, inserire le 4 aperture di uguali dimensioni pari a 2,30xh.1,40 cm (una per camera a piano primo e 2 a piano terra con una stupenda vista sul versante Retico delle Alpi) e nel contempo realizzare una doppia altezza sull'angolo cottura e zona pranzo illuminata dall'alto attraverso un lucernario, a filo copertura, costituito da n.2 vetri da 0,70x1,80 cm e da n.3 vetri da 0,70x0,90 cm.. Ho così ottenuto un ambiente illuminato in modo naturale garantendo un risparmio energetico ed economico e soddisfacendo così le richieste della proprietà.


La struttura della casa è in cemento armato e bolognini di cemento con idoneo isolamento termico, in modo da poter ottenere un ottimo comfort abitativo, e rivestimento in pietra locale. La copertura è costituita da travi lamellari in legno e tinteggiate di colore bianco. I serramenti sono in larice lamellare spazzolato e non trattato con doppi vetri antisfondamento; dal punto di vista dei materiali e della loro combinazione ho quindi puntato per quelli con una forte matericità intrinseca: pietra e legno.


Il progetto dell'interno si è per gran parte concentrato sull'artigianalità locale, che ritengo molto importante perché rappresenta la nostra storia, cercando di realizzare il più possibile pezzi su misura da mio disegno, utilizzando materiali che me lo permettessero ovvero cemento armato, larice naturale,ferro e legno.


Da qui sono nati numerosi elementi: il camino, il tavolo, le sedute, la scala, il bidet, il wc, il piatto doccia e il lavandino. Lo stesso vale per l'angolo cottura anch'esso gettato in opera e realizzate su misura, in acciaio inox, i 2 lavelli.
Anche gli impianti esterni del bagno sono stati realizzati su misura in acciaio inox.


Per quanto riguarda l'illuminazione artificiale ho utilizzato dei pezzi storici di design Flos, delle sospensioni marca Vesoi e in nell'angolo cottura una lampada (lampada VI), sempre su mio disegno, in larice naturale.


L'unità è costituita da un piano terra con ingresso, soggiorno, cucina e bagno in cui gli spazi risultano ben definiti (l'elemento di rottura è il blocco di cemento) ma allo stesso tempo aperti e luminosi e da un piano primo composto da due camere ed un soppalco adibito a studio.

308 users love this project
Comments
View previous comments
    comment
    Enlarge image

    This house is located in the surroundings of Sondrio on the Orobic Alps at about 1000 meters of altitude. The customer requests were to transform an existing ruin, realized in bricks of concrete, into a residence, that had the most solar radiation and lighting in the livingroom and, at the same time, a view toward the bottom of the valley. In those circumstances, after a careful analysis of the context, of the possibilities in terms of exposure, of the study of the sunlight and the study of...

    Project details
    • Year 2015
    • Work finished in 2015
    • Status Completed works
    • Type Apartments / Single-family residence / Country houses/cottages / Interior Design / Custom Furniture / Lighting Design
    Lovers 308 users