Sony Center

Berlin / Germany / 2000

5
5 Love 1,378 Visits Published
[IT] Non si tratta di un unico edificio, ma di una realizzazione su larga scala che include in uno stesso progetto urbanistico diverse costruzioni, destinate a usi distinti. Si sviluppa tra Potsdamer Platz e Bellevuestrasse e al contrario di quanto avvenuto per il lotto della Dailmer Benz, progettato da più architetti in modo differente, il Sony Center è composta da otto elementi che utilizzano vetro e acciaio, progettati tutti da un unico architetto. Il progetto si sviluppa intorno ad un vero e proprio foro ovale, con funzioni aggregative e culturali: caffè ristoranti cinema, negozi. Il tutto sormontato da una grande copertura a tenda in fibra di vetro e acciaio. L’essenza di tutto il progetto è la luce, sia naturale che artificiale; l’obiettivo era quello non tanto di creare edifici illuminati, ma luminosi e che questa luce, potesse scorgersi all’interno come all’esterno, da vicino quanto da lontano. E’ per questo che le facciate e le coperture si comportano come tessuti che regolano la permeabilità della luce, come strati che accentuano la riflessione e la rifrazione, creando un’ampia gamma di effetti durante il giorno e la notte. Il blocco principale è costituito dall’edificio su Potsdamer Platz, un grattacielo vetrato a pianta semicircolare sviluppato su 26 piani (103m); esso ospita esposizioni, una biblioteca, una scuola e un teatro dedicato alla storia del cinema. Le Esplanade Residence sfruttano lo spazio dello storico hotel Esplanade, integrando la Kaisersaal, sala dell’imperatore, una delle poche rovine rimaste in piedi dopo la guerra. L’idea è quella di manifestare leggerezza e trasparenza: i serramenti sono, per esempio, formati da diversi strati di vetro ed elementi in acciaio, mentre in alcuni angoli sono stati utilizzati bifore strutturali di vetro; le facciate sono caratterizzate da persiane, giardini di inverno e corridoi all’aperto.
Comments
    comment
    Enlarge image

    [IT] Non si tratta di un unico edificio, ma di una realizzazione su larga scala che include in uno stesso progetto urbanistico diverse costruzioni, destinate a usi distinti. Si sviluppa tra Potsdamer Platz e Bellevuestrasse e al contrario di quanto avvenuto per il lotto della Dailmer Benz, progettato da più architetti in modo differente, il Sony Center è composta da otto elementi che utilizzano vetro e acciaio, progettati tutti da un unico architetto. Il progetto si sviluppa intorno ad un vero...

    Project details
    • Year 2000
    • Work finished in 2000
    • Status Completed works
    • Type Shopping Malls
    Lovers 5 users