Piazza Varlungo

Florence / Italy / 2007

0
0 Love 422 Visits Published

Percorrere la direttrice che si diparte dal quadrato romano del centro storico e si dirige verso est è come compiere un viaggio attraverso l’’evoluzione del sistema insediativo della città. Dal nucleo riconoscibile con spiccati valori identitari del centro romano, alla città delimitata dai viali, (dove è ancora forte l’’influenza del primo nucleo nella definizione morfologica), alla parte della espansione ottocentesca dalla conformazione definita dal reticolo viario, fino alle parti più recenti dove il tessuto si frammenta e si compone di spazi dall’’identità forse mai raggiunta e mai completamente posseduta. La “piazza di Varlungo”, è collocata lì, punto di passaggio tra città e territorio. Indagare la memoria del luogo è stato atto di conoscenza interpretativa; L’’identificazione delle geometrie “invarianti”, il condizionamento dei tracciati viari d’’impianto riconosciuti come induttori della forma urbana, la trama prevalente della struttura agraria, il senso relazionale originario, i segni che hanno opposto resistenza alle trasformazioni nel tempo, sono stati fonte per l’’individuazione ed il sostegno alle scelte progettuali. Elemento fondante del progetto è stato la scelta di recuperare il segno dell’’antico tracciato stradale precedente all’’ampliamento degli anni 30. Tale previsione, che recupera il sedime della viabilità storica è stata possibile in considerazione delle previsioni di diminuire significativamente il traffico veicolare di attraversamento, che dovrebbe essere deviato su altre direttrici. Questo consente di restituire, o forse di assegnare per la prima volta, il carattere di viabilità di quartiere” che può essere la sola premessa per trasformare questo tratto di via Aretina in uno spazio urbano realmente usufruibile. Questa soluzione consente inoltre di ottimizzare al meglio l’’organizzazione dello spazio creando una vasta area pedonale. Le caratteristiche stesse del contesto, ossia la forma particolarmente stretta ed allungata e le molteplici situazioni che caratterizzano i diversi tratti della strada, ci hanno infatti suggerito di creare, non tanto una piazza nel senso tradizionale del termine, quanto piuttosto un sistema lineare di ambiti e piazze pedonali costituito da un insieme di episodi, ognuno con diverse caratteristiche spaziali e funzionali fortemente relazionate al contesto. Le “quattro piazze” che ritmano il lungo tema della passeggiata pedonale sono infatti collocate nei punti più significativi già oggi luogo di aggregazione e di incontro: la “Piazza del Mercato” realizzata in largo Monzani, la “Piazza delle vasche verdi” in corrispondenza di un tratto commerciale, la “Piazza della Loggetta” antistante all’’omonimo circolo e la “Piazza dei bambini” collocata in corrispondenza di una significativa area commerciale caratterizzata fra l’’altro da tre importanti elementi di collegamento con gli spazi limitrofi: il sottopasso pedonale, la storica via della Loggetta ed il collegamento pedonale con l’’incrocio di via Rocca Tedalda che, una volta riqualificato, rappresenterà l’’accesso al nuovo sistema per chi proviene da fuori città. In corrispondenza delle “piazze” l’’area pavimentata si estende sino a comprendere la carreggiata stradale e a costituire un unicum col marciapiede contrapposto secondo una tipologia ormai largamente consolidata e utilizzata nei woonerf nordeuropei. Il sistema delle “piazze” è poi rilegato da una passeggiata pedonale alberata e arredata con zone di sosta e panchine.

0 users love this project
Comments
    comment
    Enlarge image

    Percorrere la direttrice che si diparte dal quadrato romano del centro storico e si dirige verso est è come compiere un viaggio attraverso l’’evoluzione del sistema insediativo della città. Dal nucleo riconoscibile con spiccati valori identitari del centro romano, alla città delimitata dai viali, (dove è ancora forte l’’influenza del primo nucleo nella definizione morfologica), alla parte della espansione ottocentesca dalla conformazione definita dal...

    Project details
    • Year 2007
    • Work started in 2006
    • Work finished in 2007
    • Status Completed works
    • Type Public Squares / Urban Furniture