Nuovo Auditorium di Firenze

Firenze / Italy / 2011

Project Details

  • Year 2009
  • Work started in 2010
  • Work finished in 2011
  • Main structure Reinforced concrete
  • Client presidenza Consiglio Ministri, Comune di Firenze, Regione Toscana
  • Contractor SAC spa
  • Cost 160.000.000
  • Status Completed works
  • Type Concert Halls /

Info

Eng

Florence’s new Parco della Musica complex is an intricate programme ensemble: an urban architecture designed as a music venue for opera and all other kinds of musical performance, it is also a landmark building knitting together different parts of the city. Built to group the many, highly specific, requirements of the Maggio Musicale Fiorentino festival in one location, the new complex also creates a physical and conceptual bridge between the historic town and the Parco delle Cascine area, ...

Album

Other Projects

Archiproducts Products

KERLITE PLUS
Ultra thin laminated stoneware wall/floor tiles
SLOT PALO
Metal halide LED aluminium street lamp

Florence: the completion of ABDR's Auditorium is underwayThe planning agreement to create the scenic design works has been signed

by Malcolm Clark On December 19th the new planning agreement involving the Ministry for Infrastructure and Transport, the Ministry of artistic and cultural heritage and the Region and the City of Florence, for the functional
1/2/20130

Annunciati i finalisti del Premio Medaglia d’Oro all’Architettura ItalianaIl 16 ottobre la premiazione e l'inaugurazione della mostra dei progetti vincitori e finalisti

by Cecilia Di Marzo La Triennale di Milano in collaborazione con il MiBAC, Ministero per i Beni e le Attività Culturali e con MADE expo annuncia i finalisti del Premio Medaglia d’Oro all’Architettura Italiana. 
6/22/20120
Posts & Comments
Piergiacomo Perna
Piergiacomo Perna /Architetto
La lettura dei commenti mi obbliga a lasciare le mie sensazioni fuori dal coro. Povera Firenze! E quando si rimarginerà una ferita simile. Per un verso credo che Desideri sia di livello internazionale: il talento di essere il più grosso patchworker del mondo. "Grosso" sì, perchè primeggia per la quantità dei pezzi altrui goffamente messi insieme, piuttosto che per la qualità dei risultati. E dopo il patchwork di Nouvel, Holl, Herzog-De Meuron, "e Archea", della stazione Tiburtina, eccone un altro con Eisenmann, Ghery prima maniera, stavolta anche un pizzico della sua "scuola romana", e ovviamente Archea. Per l'interno il mio limitatissimo archivio enciclopedico non trova l'originale, ma la vista dal palcoscenico ricorda bene il cruscotto di un Lotus (la novità è,per lo meno, che sarà possibile andare ad abbracciare gli attori sul palcoscenico direttamente dai palchetti camminando sullo scivolo). Alla fine comunque un risultato emozionale stavolta si avverte: l'angoscia del muro del pianto nelle viste panoramiche, quella del camposanto nella cavea esterna, quella del mausoleo delle fosse ardeatine negli interni: l'angoscia. Se nel XXI secolo andare all'opera mi è deprimente di per sè, qui io non riuscirei proprio ad entrare se non trascinato con le armi. Povera Firenze! Non ricordo chi ha detto che gli architetti mediocri copiano, mentre i grandi architetti rubano. Mi viene in mente che ci sia una terza via, perché qui ed alla Tiburtina si è forse elemosinato. Con quali costi abbiamo acquisito queste elemosine? Tornando ai commenti, coro o claque che siano qui si parla di architettura, e l'architettura la giudica il tempo non gli uomini, e allora a bientot!
1/20/2013
Piergiacomo Perna
Piergiacomo Perna /Architetto
Una domanda per il prof. Desideri: ma sto teatro dell'opera alla fine quanto cavolo è costato?
1/20/2013
giuseppe di stefano
giuseppe di stefano /Architetto
salve, prof progetto grandioso
1/10/2013
EGIDIO DE GROSSI
EGIDIO DE GROSSI /Architetto
BRAVO !!!!!!!!!!!!!
9/21/2012
David Mary
David Mary /Altro
magnifique! superbe leçon d'intégration dans la pente et dans la ville
9/20/2012
alessandro dei rossi
alessandro dei rossi /Architetto
direi, notevole, soprattutto gli interni
9/20/2012
michelangelo santoro
michelangelo santoro /Architetto
..allora anche in Italia si può fare Architettura.....
9/20/2012
mario fontana arnaldi
mario fontana arnaldi /Architetto
bello complimenti sinceri
9/20/2012
Francesco La Porta
Francesco La Porta /Architetto
Complimenti, ci sono tante cose interessanti e tanti nuovi panorami da vedere. Però, ad onor di cronaca, molto prima che venisse dato questo incarico, con la tesi del 1980, avevamo proposto di realizzare i Nuovi Uffici Giudiziari di Firenze nello stesso preciso identico punto. In quell'occasione fu proposto anche il ripristino della Stazione Leopolda (la più antica stazione di Firenze), l'attiguo parcheggio scambiatore e gli edifici per civili abitazioni. Tutto, guarda caso, nei medesimi spazi dove ora si trovano treni, auto e case. Non fu fatto più niente perchè il Nuovo Palazzo di Giustizia doveva essere pronto “subito”, prima dei tempi necessari per completare le dismissioni di un area di proprietà del Demanio. Così fu preferita un'area di proprietà privata (Fiat) ritenuta più idonea a fare tutto in tempi “brevi”, piuttosto che scegliere quella a costo ZERO. Un piccolo gruppo politico di governo riuscì a bloccare un'operazione condivisa da tante forze di maggiorazza e di opposizione, e da Enti diversi. Poi venne la stagione di “mani pulite”, nuove idee, nuove proposte, nuove scelte...e intanto il tempo passava, passava. Morale della favola, i lavori per il Palazzo di Giustizia nell'area Fiat e il Nuovo Auditorium di Firenze si concludono entrambi nello stesso anno e, l'Auditorium, nello stesso punto... trent'anni dopo la nostra tesi. Che coincidenza! Comunque, va bene così. L'ho visto, mi è piaciuto e ho fatto quasi tutte le stesse foto. Che coincidenza! Peccato che, con il conto corrente, ho perso la “coincidenza”.
9/19/2012
See 0 Comments
FREE DOWNLOAD

© 2012/2013 - Archilovers.com®
registered trademark of Edilportale.com S.p.A. - VAT n° IT05611580720 Terms of use | Privacy | Contact us | Faqs | Site Map | Adv | Tips