Davide Vitelli

Architect La Spezia / Italy

1
Davide Vitelli 1
Davide Vitelli
Davide Vitelli
Davide Vitelli

Nasce a La Spezia nel 1986. Nel 2005 si diploma all’Istituto Tecnico per Geometri “Vincenzo Cardarelli”. In quello stesso anno si trasferisce a Pisa e si iscrive alla Facoltà di Ingegneria Elettronica. L’anno successivo decide di mettere a frutto il proprio titolo di diploma, iniziando il tirocinio da geometra presso lo Studio di Architettura e Urbanistica Ricco&Neri Architetti Associati, alla Spezia. Qui, oltre a instaurare un ottimo rapporto con i componenti dello studio, affina le proprie conoscenze tecniche e informatiche. Nel 2008 affronta l’Esame di Stato per geometri e, contemporaneamente, nello stesso anno supera il test di ingresso alla Facoltà di Architettura di Genova, riprendendo gli studi universitari momentaneamente abbandonati per effettuare il tirocinio biennale. In questi anni approfondisce l’utilizzo dei software di modellazione tridimensionale delle forme e di renderizzazione dei modelli architettonici, come SketchUp e Cinema4D. Si avvicina da autodidatta, inoltre, alla programmazione di siti internet e, successivamente, inizia a gestirne alcuni in maniera continuativa. Durante il percorso formativo alla Scuola Politecnica di Genova ha l’occasione di lavorare con architetti del calibro di Paolo Carpi, co-fondatore dello studio Baukuh e della rivista di architettura San Rocco, Pierluigi Feltri, dello studio UNA2 Architetti Associati, e di Marco Casamonti, fondatore dello studio Archea Associati e direttore della rivista Area. In particolare, approfondisce le tematiche legate alle nuove residenzialità contemporanee con il Prof. Feltri, progettando un edificio completamente dedicato alle residenze per studenti universitari, con annessi servizi, parcheggi e aree di pertinenza, riqualificando l’area antistante, dove sorgono i laboratori del Teatro della Tosse, in Stradone Sant’Agostino a Genova. Successivamente, con il Prof. Casamonti, affronta il tema del grattacielo, attraverso lo studio analitico di un caso esemplare: la Torre Velasca di Milano, realizzata dallo studio BBPR nel 1958. Durante gli anni dell’università partecipa a svariati concorsi di architettura per studenti. Meritevole di menzione è la partecipazione al concorso per l’ideazione del logotipo rappresentativo di una linea grafica coordinata della società Expo 2015 S.p.A. Nel 2010 collabora con lo Studio Ricco&Neri Architetti Associati al concorso per la riqualificazione del vuoto urbano creatosi nel centro storico di Camogli dopo la demolizione del vecchio mercato coperto. È in questa occasione che inizia a collaborare con l’Architetto Fabrizio Esposito, entrando nel gruppo che poi darà origine a SPAM. L’anno successivo, sempre con lo stesso studio, partecipa al concorso internazionale di idee per il Masterplan degli interventi di edilizia residenziale non convenzionale nell’area di Mestre - Bissola, Via Cà D’Oro, in provincia di Venezia. Nel 2012 entra a far parte a pieno titolo del gruppo di progettazione guidato dall’Architetto Fabrizio Esposito, SPAM, con il quale partecipa al concorso internazionale di idee per la riqualificazione architettonica, paesaggistica ed ambientale della diga foranea nel Golfo della Spezia, il cui progetto si piazza al secondo posto. Nel 2013, in gruppo con altri studenti di architettura, partecipa al concorso per la realizzazione di un edificio multiuso che diventi un punto di riferimento per i “cosplayer” di Tokyo. Nel 2014, in collaborazione con lo Studio Ricco&Neri Architetti Associati, prende parte al concorso di idee per la realizzazione della mensa estiva del Circolo Ufficiali "V. Veneto" della Spezia, raggiungendo le fasi finali. Nello stesso anno, assieme all'Architetto Fabrizio Esposito, concorre al concorso internazionale per il centro civico del quartiere Isola Garibaldi a Milano. Ad ottobre 2015 completa i propri studi, presentando la Tesi di Laurea dal titolo "Progetto di riqualificazione urbana nella città di Oporto in Portogallo". A marzo 2016 è collaboratore esterno per la Tandem srl. Società che si propone come interlocutore di soggetti pubblici e privati che hanno l’esigenza di analizzare l’impatto delle proprie attività sulla mobilità e sul traffico, e di conseguenza sui diversi comparti sui quali la mobilità produce effetti (salute e sicurezza, economia, ambiente, energia). In aprile inizia un periodo di formazione presso l'Ufficio Tecnico dell'Asl della Spezia. Dedica il proprio tempo libero al gioco del calcio in ben due squadre diverse, di cui è socio fondatore, mentre l‘altra passione del disegno a mano libera lo vede impegnato nella composizione di fumetti a livello amatoriale. Parla correntemente l’inglese e mastica passabilmente il francese.